Niccolò Alessandro Gossi

GenovaItaly

Member of Torino 1 DSC

I am Niccolò Alessandro Gossi, 20 years old, born in Genoa where I achieve the classical high school diploma and now second year student of the DAMS in Turin.
My main interest is in the performing arts (theater and music) and cinema. From 2009 to 2019 I attend an acting school and in the meantime from 2013 to 2016 a film school, where I learn the basics of videomaking. I started shooting several short and medium-length films on my own and at the same time an activity as videomaker and photographer. All my experiments go in the direction of the avant-garde, to avoid traditional narratives and travel unknown paths, which can in some way reveal the power devices that surround us and of which we are a part and open new paths.
It is precisely through cinema that, in 2018 at the NYFA workshop in Florence, feeling the need to represent a certain tension for freedom in a short film, I read an essay by Noam Chomsky, "Anarchy, ideas for liberated humanity"; from there I know DiEM25.

I have the opportunity in April 2020 to become a member of the new DSC1 of Turin, mainly dealing with its communication, and in December of the new Genoa's DSC. Also in December I become a member of the national communication of DiEM Italia, to which I contribute above all with the creation of graphics, texts and video production. I was among the organizers of the event "Dear Europe, I write you" and "People's Gathering: let's start!", An opportunity for meeting and discussion between DSCs from all over Italy.

My commitment wants to focus above all on communication.
First of all, build a solid network between DSC and the National Collective so that they are always in contact: every event, report or idea will be easily communicated throughout Italy.
Certainly then work to ensure that national communication becomes more efficient and effective. The creation therefore of columns, already theorized and structured with other activists *, which explain what DiEM is to the many who do not know us, its ideals, its concrete programs, the intellectual figures of reference and the positions of the movement on the issues topical. I think it is important that national social networks become a sounding board for local initiatives and the faces of all of us activists * appear.
If I believe it is important to enhance the numerous DSCs scattered throughout the area and strengthen contacts throughout Italy, it is also essential to remember one of the fundamental characteristics of DiEM, namely its transnationality. Therefore I also intend to build links with the SDCs and NCs throughout Europe.
In conclusion, I believe it is important to enhance all communication platforms and make the contents accessible to the various age groups, diversifying the contents.

In a longer term aspiration, I want to keep a promise made after the words of my Greek teacher. "When you are young you are ready to fight, aging to compromise". I decided not to go downhill from the first election of my life. After voting for small parties in which I had little hope, I want to be able to put my cross on a new party, glue in the substratum of the left, and strong in its principles: DiEM25.


ITALIAN:
Sono Niccolò Alessandro Gossi, 20 anni, nato a Genova dove conseguo la maturità classica e studente al secondo anno del DAMS di Torino.
Il mio interesse principale va alle arti performative (teatro e musica) e cinematografiche. Dal 2009 al 2019 frequento una scuola di recitazione e nel frattempo dal 2013 al 2016 una scuola di cinema, dove imparo le basi del videomaking. Inizio a girare diversi cortometraggi e mediometraggi in proprio ed insieme un’attività da videomaker e fotografo. Tutte le mie sperimentazioni vanno in direzione dell’ avanguardia, per evitare narrazioni tradizionali e percorrere strade sconosciute, che possano in qualche modo rivelare i dispositivi di potere che ci circondano e di cui siamo parte e aprire nuove vie.
È proprio tramite il cinema che, nel 2018 al workshop della NYFA a Firenze, sentendo l’esigenza di rappresentare in un corto una certa tensione per la libertà, leggo un saggio di Noam Chomsky, “Anarchia, idee per l’umanità liberata”; da li conosco DiEM25.

Ho occasione nell’Aprile 2020 di diventare membro del nuovo DSC1 di Torino, occupandomi soprattutto della sua comunicazione, e a Dicembre del nuovo DSC genovese. Sempre a Dicembre divento membro della comunicazione nazionale di DiEM Italia, cui contribuisco soprattutto con la creazione di grafiche, testi e realizzazione di video. Sono stato fra gli organizzatori dell'evento "Cara Europa, Ti Scrivo" e "People's Gathering: iniziamo!", occasione di incontro e discussione fra DSC di tutta Italia.
Il mio impegno vuole concentrarsi soprattutto nella comunicazione.
Anzitutto costruire una solida rete fra DSC e il Collettivo Nazionale in modo che siano sempre in contatto: ogni evento, segnalazione o idea sarà facilmente comunicata in tutta Italia.
Sicuramente poi lavorare per far si che la comunicazione nazionale diventi più efficiente ed efficace. La creazione quindi di rubriche, già teorizzate e strutturate con altri attivist*, che spieghino cosa sia DiEM ai molti che non ci conoscono, i suoi ideali, i suoi programmi concreti, le figure intellettuali di riferimento e le posizioni del movimento in merito alle questioni d'attualità. Credo sia importante che i social nazionali diventino cassa di risonanza delle iniziative locali e compaiano i volti di tutti noi attivist*.
Se ritengo importante valorizzare i numerosi DSC sparsi sul territorio e rafforzare i contatti in tutta Italia, è d’altra parte essenziale ricordare una delle caratteristiche fondamentali di DiEM, ovvero la sua transnazionalità. Perciò intendo costruire anche dei collegamenti con i DSC e gli NC in tutta Europa.
In conclusione ritengo importante valorizzare tutte le piattaforme di comunicazione e rendere accessibili i contenuti alle varie fasce d'età, diversificando i contenuti.

In un'aspirazione di più lungo termine, voglio mantenere una promessa fatta dopo le parole della mia prof di Greco. "Quando si è giovani si è pronti a combattere, invecchiando ai compromessi". Decisi di non scendere al compresso fin dalle prime elezioni della mia vita. Dopo aver votato partitini in cui riponevo poche speranze, voglio poter mettere la mia croce su un nuovo partito, collante nel sostrato delle sinistre, e forte dei suoi principi: DiEM25.